About

Avevo un blog, parecchi anni fa.
Era uno di quelli collegati a MSN e ci scrivevo un po’ quello che mi passava per la testa.
Poi sono cresciuta  e qualcosa è cambiato. I blog hanno iniziato a diventare di moda ed io li ho abbandonati, in una sorta di repulsione dovuta alla globalizzazione del mezzo.
Ma non è stata l’unica ragione. La vita, l’università e poi il lavoro hanno avuto la loro parte e, inoltre, sentivo di non aver più nulla da dire.
Cosa potevo aggiungere io, alla moltitudine di voci che affollavano la rete?
Ho avuto il cosiddetto blocco dello scrittore.
Poi la mia vita ha subito un cambiamento. Le mie certezze si sono sgretolate e i frammenti di ciò che è rimasto hanno iniziato a vagare solitari dentro di me.
Così ho preso in mano la penna e ho iniziato a scrivere.
Per capirmi.
Per fare chiarezza.
Alla vecchia maniera, su carta, macinando fogli e consumando penne. E ho iniziato a ritrovarmi. Lentamente e con difficoltà, ho capito di poter rimettere assieme i pezzi di quello che una volta forse era stato vaso, la cui proverbiale goccia aveva fatto traboccare l’acqua in esso contenuto, scuotendolo al punto da farlo cadere al suolo e schiantarsi.
Le schegge e i frammenti sono tutti lì. Bisogno solo imparare a rimetterli assieme…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...