Odio l’estate…

Cantava una vecchia canzone di Bruno Martino…

La odio perché mi ricorda tutto ciò che promette, ma non riesce a darmi. Quella spensieratezza, quella gioia. Lo staccare dalla routine, dal lavoro, per evadere.

Io… io che invece preferisco avere sempre tante cose da fare, tenermi impegnata, sentirmi utile, forse per evitare di pensare a tutto quello che non ho, la cui mancanza inizia a pesarmi come mai prima.

Continua a leggere

Annunci

“Piove (…) su la favola bella che ieri m’illuse, che oggi t’illude…”

9224-Alone-In-The-Rain

Stesa sul letto, nella penombra che questo tempo, quasi autunnale oggi, ha proiettato nella mia camera.
Le uniche luci nella stanza sono quelle che adornano il muro e corrono lungo tutta la parete.

Il suono della pioggia e l’odore di erba bagnata inebria l’aria e porta con sé ricordi e nuove riflessioni. Vorrei che potesse lavar via tutto il dolore e i pochi attimi di felicità legati a quei momenti fermi nel tempo che continuano a tormentarmi. Vorrei diventassero semplici istantanee di ciò che è stato e che i sentimenti ad essi legati si sciogliessero, lavati via come la polvere che si deposita sulle foglie e che con essa tornano a rivivere e risplendere di nuova luce. Di quel verde brillante, la linfa vitale in esse rinvigorita dal potere curativo dell’acqua.

Continua a leggere